salse

 

Le salse in cucina rappresentano un elemento poco tradizionale in un’alimentazione di tipo mediterraneo come la nostra

salse_pronte
La loro grande diffusione sulle nostre tavole è dovuta allo spopolare della cucina proveniente da altri Paesi .

Le salse pronte sono uno sfizio al quale è difficile resistere.

Il ricorso a queste salse, secondo i gusti personali e il cibo da insaporire, sembra un’ottima soluzione per il gusto accattivante, il modico prezzo e la praticità d’uso.

Purtroppo, è da evidenziare l’elevato contenuto calorico delle salse da condimento a causa delle grandi quantità di zuccheri aggiunti.

Ketchup, maionese, senape e salsa barbecue, sono i principali condimenti che andrebbero limitati sulla tavola.

Il rovescio della medaglia spesso mette a nudo problematiche riguardo alla presenza di un eccessivo contenuto di grassi (spesso saturi, dannosi per la nostra salute), ad un contenuto calorico elevato, all’utilizzo di materie prime spesso di scarsa qualità e provenienza incerta.

Ai quali va messo in conto anche il frequente utilizzo di additivi alimentari come conservanti, coloranti, addensanti, regolatori di acidità.

Prima di acquistare una qualunque salsa, è bene impiegare un minuto o due per esaminare l’etichetta del prodotto: la lista degli ingredienti e la tabella nutrizionale.

Solo in questo modo saremo in grado di renderci conto delle reali caratteristiche del prodotto, al di là degli slogan promozionali e dell’aspetto invogliante.

E’ suggerito un consumo quanto più possibile limitato di questi condimenti, il cui uso frequente non si coniuga certo con l’esigenza di garantire e tutelare la nostra salute.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo subito!